UN PAIO DI SETTIMANE

al massimo tre e andrò in ferie, ma mica ho ancora prenotato niente…

Una volta andavo in agenzia di viaggi, ma da quando sono diventata una nerd docg faccio tutto da sola…
Per una vacanza di settimana, impiego circa un mese e mezzo di navigazione nel tentativo di cercare il posto che più mi aggrada.
Prima cerco l’ hotel sui siti ufficiali, me lo studio in ogni minimo particolare, guardo tutte le foto e le visite virtuali, pur sapendo che stanno cercando di fottermi…ma siccome son furba, allora migro su tripadvisor… e lì non c’è n’è per nessuno… a priori scarto i feedback dei francesi che sono de sudici e di loro non mi fido, e pure quelle degli inglesi… perchè un ti poi mia fidà di chi un usa il bidet…
così ecco che ogni volta, con estremo spirito patriottico, metto su l’ Inno d’ Italia e imparo a memoria solo le recensioni italiane per poi, con angoscia, prendere la mia decisione.

Requisiti del mio ideale luogo di villeggiatura:
PULIZIA (non sommaria intendo)
– escludo dalla scelta tutti gli alberghi che hanno la moquette, che ha mio avviso andrebbe proibita per legge universale;
– scelgo solo tra quelli che hanno copriletto bianchi, convinta poi, in loco, di poter analizzarne meglio la loro pulizia;
– prediligo solo quelli con bagni evidentemente nuovi o da poco ristrutturati.
LOCATION COOL…
POSIZIONE CENTRALE E TRANQUILLA…

Il mi marito in tutto questo non fa mai assolutamente niente, per scelta, però poi alla fine vuole sempre tirare le somme…
“1 mese e mezzo di ricerca, per una settimana di ferie magari con 2 giorni di viaggio, in un albergo figo dove siamo stati solo 6 o 7  ore al giorno e per lo più dormendo… quando un stavo con te io andavo in tenda!”

in foto HUDSON HOTEL NY, dicembre 2008

Share post:

  • /