SKINCARE ECOBIO, AL VETRIOLO

INGREDIENTI:



Eppure per mesi avevo scrupolosamente guardato su youtube tutorials sulla ecobio-skincare,  sui siti biologicamente integralisti avevo cercato le sue proprietà antisettiche, antibiotiche, antibatteriche e antivirale e con estrema attenzione avevo ascoltato le spiegazioni sul suo utilizzo che mi aveva fornito Francesca (ai più conosciuta come  Mirella), mentre, nel suo negozio, me lo vendeva.


Ne ero convinta, il Tea Tree Oil avrebbe dato alla mia skincare quella svolta che cercavo da tempo.


Usare in piccolissime quantità perchè molto potente,
meglio se con un cotton fioc imbevuto di prodotto,
oppure  in piccolissime quantità, miscelato alla propria crema viso,
continuavo a ripetermi mentalmente  per non mi dimenticare nessun concetto importante, mentre col piglio di chuck norris, davanti allo specchio, minacciavo ogni più insignificante imperfezione cutanea, mi sentivo vincente.


Poi succede che ci prendi la mano, ti senti padrona del prodotto e allora voli alto, sicura del successo.


Caro hai una piccola imperfezione della pella, proprio sul sopracciglio, ma so come aiutarti.
Cara, sono alle le 2 di notte, che ne dici se andiamo a letto e ci pensiamo domani.
Ma caro, non sai che la maggior rigenerazione cellulare cutanea avviene proprio mentre dormiamo, è necessario che intervenga subito.
Che cosa è quell’ affare?
Ti tri oil, una cosa easy, completamente naturale, niente  chimica…
Ti tri che?
Ti tri oil, t-i t- r- i o-i-l


Il resto della storia ha dei risvolti drammatici, ho ancora davanti agli occhi i ricordi vividi di quei dolorosi istanti.

Imbevo un cotton fioc nel formidabile unguento e il poco cotone abbarbicato sul bastoncino si rigonfia come una spugna secca gettata in  un secchio d’acqua.
Appoggio delicatamente la parte intrisa appena sopra il sopracciglio e in men che non si dica succede tutto.
Inerme la vedo,  prende velocità come una valanga alla fine di marzo, lenta ma inesorabile.
Un’ enorme goccia di tea tree oil.


Cola, cola qualcosa.
Chiudi l’occhio. Chiudiiiiiiiii
Ahhhhhhhhh non vedo più niente, fa malissimo ahhhhhhhh
Apriloooooo che provo a lavarlo
Ahhhhhhhhhhhh non mi si apre più
No dai, cosa stai dicendo, dai apri l’ occhio
Ahhhhhhhhhhh aiuto aiuto
Basta andiamo in ospedale
Accidenti a te e al tu vitriolo. 


Qualcosa era andato storto.


Share post:

  • /