BUON NATALE J.R.

Joseph,
posso ancora chiamarti così?
non considerarmi inopportuna per la confidenza che ti uso, ma ho bisogno di intima familiarità per parlarti.


Ho avuto paura sai…
ho davvero temuto che tu avessi tirato i remi in barca, che anche tu ti fossi stancato di questo mondo strano, fatto di uomini che sbagliano, di ingiustizie e di disuguaglianze.
Il frastuono dei tuoi silenzi mi aveva fatto credere, che anche tu ti fossi arreso di fronte all’ incessante violenza consumata nella terra del nuovo testamento.
Ti avevo immaginato senza più una sola parola di fronte al degrado e alla corruzione che in questi anni hanno ridotto il nostro bel paese in un cumulo di macerie fumanti.
Ti ho creduto senza fiato e paralazzato nel cuore ascoltando che uomini di fede, i tuoi uomini, oltraggiavano l’ innocenza dei bambini e abusavano di disperati già messi ai margini della società.


Se ho imparato qualcosa dalla vita è che le parole non dette diluiscono il presente e  dissolvo il futuro, consumando le speranze.
Ecco perchè il sordo rimbombo del tuo silenzio era tanto potente da far credere che la soffernza aveva vinto, che in fondo era giusto che la disuguaglianza odorasse ormai di giustizia e che la debolezza dovesse essere ad uso del potere.


Poi oggi ho di nuovo letto le tue parole, e ho riconosciuto il vigore con il quale hai scritto quanto il riconoscere l’unione di coppie omosessuali sia una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace e come non possano essere tollerate l’eutanasia e l’aborto dagli uomini e le donne che ricercano la pace, e ho pensato che questo non poteva essere il ritorno, il tuo ritrovato senso delle cose.


Le aspettative disattese, spesso si dimostrano soltanto conferme.


Chissà se il Gesù di Nazareth, nato nella gelida povertà di una grotta da una madre non feconda del proprio marito, cresciuto con l’ amore di un padre non suo, e vissuto a fianco di prostitute, lebbrosi e uomini perduti e poi ritrovati, potrebbe mai comprenderti Joseph, nel dubbio, non farlo in suo nome.


Buon Natale J.R.


Share post:

  • /