A VOLTE, LA MIGLIOR MUSICA E’ IL SILENZIO

tramonto2Ho letto un articolo delirante.
Frasi scontate con le quali si cercava di trovare un colpevole, una responsabilità solidale.
Credo davvero che ognuno di noi sia il prodotto di ciò che viviamo e che i tasselli della nostra vita siano plasmati sulle emozioni che traspiriamo, ma questo non può giustificare la nostra proiezione verso un infito che non ha confini né limiti.
L’unica cosa a questo mondo davvero contro natura è la morte di un uomo per mano di un’ altro uomo.
Perchè noi non siamo bestie.
Non una guerra, non una vendetta, non la gelosia, la disperazione, la solitudine o la fatica… niente può giustificare la follia di chi uccide.
E questo ce lo dobbiamo dire, tutti, senza cercare giustificazioni.
E non c’è differenza tra uccisi.
Una donna non vale più di un uomo, un siriano non vale meno di un newyorkese, e un bambino è solo e sempre un bambino.
La vita alle volte è bella ma acre.
Affascinante ma anche incomprensibile.
Dura e dolce.
Ma per questo abbiamo un cervello, per elaborare quello che ci capita, per decidere consapevolmente cosa fare della nostra vita, per chiedere aiuto quando non ce la facciamo.
Io adoro il silenzio.
Il silenzio aiuta a pensare e pensare ci rende liberi.
Ogni tanto facciamo semplicemente silenzio.

Leave a reply

Your email address will not be published.